News


NOTIZIA




09-04-2021

VACCINAZIONI: PRENOTAZIONI PER I NATI TRA IL 1942 E Il 1946 E I NATI TRA IL 1947 E IL 1951

Disponibile il sito on-line e il numero verde 800.00.99.66

Dalle ore 14 di oggi, tutti i cittadini abruzzesi nati tra il 1942 e il 1951 potranno prenotarsi sul portale https://prenotazioni.vaccinicovid.gov.it/ inserendo il proprio codice fiscale e il numero di tessera sanitaria. Sarà possibile procedere alla prenotazione anche contattando il numero verde 800.00.99.66 (attivo tutti i giorni dalle ore 8 alle ore 20), oppure utilizzando gli sportelli Postamat (pur senza essere clienti Poste, ma accedendo con la tessera sanitaria). Anche i portalettere, attraverso i palmari a loro disposizione, potranno prenotare la vaccinazione. Seguendo la procedura indicata, ogni cittadino avrà la possibilità di prenotare la propria vaccinazione e di ricevere in tempo reale l’indicazione del luogo e della data della somministrazione. Poste Italiane ha messo a disposizione della Regione le proprie competenze, le strutture logistiche e informatiche per contribuire alla realizzazione della campagna vaccinale. La piattaforma, oltre a essere un servizio per i cittadini, è uno strumento in grado di supportare l’attività dei centri vaccinali attraverso una ‘dashboard’, ovvero un sistema di visualizzazione e di monitoraggio dei dati, oltre a un help desk dedicato agli operatori degli stessi centri, offrendo assistenza anche nelle attività di stoccaggio e distribuzione di questi farmaci. Tutti i nati tra il 1942 e il 1946 che si erano già registrati sulla piattaforma della Regione non dovranno iscriversi nuovamente, ma riceveranno una mail o un sms da parte del sistema Poste, con le indicazioni per accedere alla procedura di prenotazione della vaccinazione (con la scelta di luogo e data tra quelle disponibili). Coloro che infine avevano manifestato il proprio interesse alla vaccinazione sulle piattaforme regionali per le altre categorie (over 80, operatori scolastici, caregiver e familiari, personale sanitario e sociosanitario) non dovranno effettuare nessuna nuova iscrizione, in quanto saranno contattati direttamente dalle Asl per la somministrazione.






TORNA INDIETRO


HOME PAGE